CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Pravastatina riduce significativamente l’incidenza di nefropatia da contrasto rispetto a simvastatina

Fonte: Cardiovasc pharmacol ther september/december 2011 vol. 16 no. 3-4 376-379.

Queste sono le conclusioni a cui sono giunti la dott.ssa Monica A. Muñoz ed i suoi colleghi che si sono proposti di valutare la differente capacità di due diversi tipi di statina (pravastatina e simvastatina) nel ridurre l’incidenza di NDC (nefropatia da contrasto). In uno studio singolo centro, retrospettivo, i ricercatori hanno arruolato un totale di 261 pazienti che dovevano essere sottoposti ad intervento elettivo percutaneo coronarico (PCI) 145 a ricevere simvastatina e 116 a pravastatina. La popolazione oggetto di studio (65% maschi, con un'età media di 59 anni) era prevalentemente di sesso maschile (65%), di nazionalità ispanica (65%) con diabete (62%) e colesterolo LDL di 85 mg/dl. Nessuna differenza significativa è stata trovata tra i gruppi  e non è stata identificata alcuna differenza significativa tra le caratteristiche basali (fattori di rischio o strategie di profilassi, per esempio, idratazione). La NDC si è verificato in 26 pazienti (17,9%) nel gruppo simvastatina versus 10 (8,6%) nel gruppo pravastatina (p<0.05), anche se in nessun caso è stata necessaria seduta dialitica post-procedura. Nel gruppo simvastatina si sono verificati 21 casi (14,5%) di danno renale acuto rispetto agli 8 (6,9%) nel gruppo pravastatina (p<0.05), dati confermati da un'analisi multivariata.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA