CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

L’età materna non sempre è associata ad un rischio di disordini ipertensivi gestazionali

Fonte: American Journal of Hypertension (2011). doi:10.1038/ajh.2011.95.

Queste sono le conclusioni della dott.ssa Romy Gaillard e dei suoi colleghi che si sono proposti di valutare se gli adattamenti emodinamici legati alla gravidanza e una maggiore età materna potessero essere associati a differenze nei livelli di pressione sanguigna durante la gravidanza tra le donne giovani e meno giovani. In uno studio prospettico di coorte hanno arruolato 8.623 donne a partire dalla prime fasi della gravidanza. La loro età veniva valutata al momento dell'arruolamento, la pressione sanguigna veniva misurata ogni trimestre e tutte le informazioni riguardanti disordini ipertensivi gestazionali erano raccolte nelle cartelle cliniche. I ricercatori hanno evidenziato come l'età avanzata della madre era associata con una pressione arteriosa sistolica ridotta di -0,9 mmHg nel secondo e terzo trimestre di gravidanza e di -0,6 per altri 10 anni in più della madre, mentre era associata solo nel terzo trimestre con una maggiore pressione arteriosa diastolica (0,5 mm Hg) per ogni 10 anni in più. Quindi l’età materna non risulta associata con disordini ipertensivi gestazionali mentre tale associazione sembra esistente tra le donne in sovrappeso e obese e la gravidanza.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA