CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Rischio di pericardite costrittiva dopo pericardite acuta. Raro ma...

Fonte: Circulation 2011; 124: 1270-1275.

La pericardite costrittiva è una rara condizione che può, tuttavia, seguire quadri di pericardite acuta. Pochi però sono i dati riguardanti lo sviluppo di tale entità nosologica dopo ricoveri per pericardite acuta, Questo studio ha coinvolto 500 pazienti consecutivi ospedalizzati per un primo episodio di pericardite acuta (età media 51 anni, 270 pazienti erano uomini). La causa del primo episodio di pericardite acuta è stata virale/idiopatica in 416 pazienti (83.2%), da connettivopatia nel 7.2% dei casi, neoplastica in 25 pazienti (5%), tubercolare in 20 pazienti (4%) e batterico-purulenta nello 0.6% dei casi (3 pazienti). Il follow up è durato 72 mesi. Quadri di pericardite costrittiva si sono avuti in 9 pazienti (1.8% del campione). Di questi, 2 pazienti (0.48%) appartenevano al gruppo di pericarditi virali/idiopatiche. All'analisi statistica, l'incidenza di pericardite costrittiva è risultata una entità rara, con una frequenza di 0.76 casi per 1.000 persone/anno in caso di pericardite acuta virale/idiopatiche, 4,4 casi per 1.000 persone/anno in caso di pericarditi autoimmuni, 6.33 in caso di pericarditi neoplastiche, 31.65 in caso di pericardite tubercolare e ben 52.74 casi per 1.000 persone/anno per le pericarditi purulente.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA