CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Anemia nell'insufficienza cardiaca.. Il ruolo del ferro..

Fonte: J Am Coll Cardiol, 2011; 58:1241-1251.

Qual'è il ruolo del metabolismo del ferro in pazienti con scompenso cardiaco e nell'anemia che spesso accompagna tale condizione? Ha provato a rispondere a questo interessante quesito questo studio, condotto su 157 pazienti affetti da scompenso cardiaco cronico di tipo sistolico. Innanzitutto, i ricercatori hanno osservato che alterazioni nel metabolismo del ferro erano presenti sia in soggetti anemici che non anemici e caratterizzate da un calo del ferro circolante (saturazione della transferrina) e si è osservata una minor concentrazione emoglobinica intracellulare, anche a dispetto di riserve di ferro adeguate (normali concentrazioni di ferritina). In secondo luogo, nel 43% dei pazienti esaminati era presente un deficit di ferro importante, espresso come una saturazione della transferrina inferiore al 20%. Alterazioni a carico del metabolismo del ferro erano associate ad un maggior assetto infiammatorio e si sono rivelate fortemente predittive di bassi livelli di emoglobina indipendentemente dal sesso, dall'età, dalla VES e dalla classe NYHA. Le eziologie dell'anemia (anemia delle malattie croniche e/o da deficit di ferro) è variata in base alla classe funzionale, anche se all'aumentare di questa si è evidenziata una sempre maggior incidenza di anemia su base carenziale (rispettivamente del 16% nella classe NYHA II, 72% nella classe III e del 100% nella classe IV). Il deficit di ferro si è, inoltre, associato ad una minor capacità funzionale dei pazienti e soprattutto ad una maggior mortalità, a prescindere dal grado di anemia (p=0.004).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA