CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Come minimizzare la trombosi intrastent...

Fonte: Circulation 2011, 124; 1283-1287.

Interessante Clinician Update apparso sull'ultimo numero di Circulation dal titolo "How to Minimize Stent Thrombosis". Quello della trombosi è un evento abbastanza raro (circa 0.5-1% ad un anno) ma gravato ad un importante aumento della mortalità a 30 giorni (dal 10 al 25%) e ad infarti transmurali che rendono necessaria una ulteriore angioplastica con stent in emergenza. Spesso, coloro che "sperimentano" una trombosi intrastent hanno una più alta incidenza di recidive in tal senso anche dopo nuove procedure. In questo Clinician Update vengono ripercorsi i principali fattori predittivi i fenomeni di trombosi intrastent, dalla selezione dei pazienti (ad alto rischio sono i pazienti diabetici, con sindromi coronariche acute ed insufficienza renale cronica), al tipo di lesione trattata (a maggior rischio le lesioni su piccoli vasi coinvolti, alle biforcazioni, procedure con stent multipli) ed a comportamentio a rischio, primo fra tutti una precoce interruzione della doppia terapia antiaggregante. Da non sottovalutare poi, aspetti inerenti alla procedura (es. sub-espansione dello stent stesso), alla scelta del tipo di stent (tradizionale BMS rispetto ad uno a rilascio di farmaco -DES), al rischio emorragico del paziente (in particolare quando portatore di condizioni per cui già in trattamento anticoagulante. La persistente aggregabilità piastrinica è un fattore di rischio reale alla trombosi intrastent (i cosiddetti "poor metabolizers" al clopidogrel). In tali casi, stando agli attuali dati, l'aumento del dosaggio del clopidogrel sembra non essere utile in tali pazienti. Sembra migliore una strategia, dove percorribile, di cambiamento dell'antiaggregante con i nuovi agenti di recente apparsi sul mercato. Ancora aperta invece sembra essere il dibattito sulla durata più idonea della doppia terapia antiaggregante, alla luce dei nuovi studi e dei nuovi stent che sono apparsi in commercio.  

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA