CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

L'Anemia non incide sul rischio di morte a breve termine nel CHF

Fonte: Cardiology 2011;119:125-130 (DOI: 10.1159/000330494).

Un'anemia media-moderata sembra non contribuire in modo indipendente ad aumentare il rischio di morte a breve termine in pazienti con CHF (insufficienza cardiaca cronica) in classe NYHA III/IV. Allo scopo di valutare se una anemia da media a moderata (<9 g/dl) possa avere un influenza indipendente sulla mortalità di pazienti con CHF, il dott. Michael N. Zairis ed i suoi colleghi hanno arruolato 725 pazienti ospedalizzati con anemia media/moderata (<9g/dl) e NYHA III/IV. I risultati dello studio hanno mostrato un'incidenza di morte ospedaliera per tutte le cause di 76 pz (10,5%) e di morte a 31 gg di 133 pz (18,3%), considerati end point primari. In funzione del terzile di emoglobina i pazienti mostravano un significativo aumento del rischio di morte. Infatti, i pazienti nel primo terzile di emoglobina presentavo un rischio significativamente più alto rispetto a quelli nel secondo (p=0.003 e p<0.001 considerando aggiustamenti per morte intraospedaliera e morte a 31gg, rispettivamente) o nel terzo (p<0.001 e p< 0.001, dopo aggiustamenti per morte  intraospedaliera e morte a 31gg). Comunque dopo aggiustamenti per comorbidità e parametri biochimici delle caratteristiche di base, non è stata evidenziata alcuna differenza significativa del rischio di morte in funzione dei terzili di emoglobina.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA