CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Ipertensione resistente: alcuni fattori predittivi ci aiutano ad identificarla..

Fonte: J Hypertens 2011; 29(10): 2004-2013.

Gli autori di questo studio hanno voluto valutare quali siano i fattori predittivi per lo sviluppo di ipertensione resistente analizzando i soggetti dello studio ASCOT (Anglo-Scandinavian Cardiac Outcome Trial). Un terzo dei pazienti (1.258) precedentemente non trattati e 9.333 fra tutti quelli randomizzati  hanno sviluppato ipertensione resistente (tasso di incidenza 75.2 e 129.7 per 1.000 persone-anno, rispettivamente) durante un periodo osservazionale medio di 5.3 e 4.8 anni, rispettivamente. Aumentati valori al basale di pressione sistolica (151-160, 161-170, 171-180 e >180 mmHg) sono risultati associati con un aumentato rischio di sviluppare ipertensione resistente [hazard ratio 1.24 (95% intervallo di confidenza CI 0.81-1.88), 1.50 (1.03-2.20), 2.15 (1.47-3.16), e 4.43 (3.04-6.45), rispettivamente per ogni range di sistolica]. Il diabete, l’ipertrofia ventricolare sinistra, il sesso maschile, l’aumentato BMI, la glicemia a digiuno e l’assunzione di alcol sono risultati altri determinanti significativi di ipertensione resistente. La randomizzazione ad amlodipina ± perindopril vs atenololo ± tiazidico [0.57 (0.50-0.60)], il pregresso uso di aspirina [0.78 (0.62-0.98)] e la randomizzazione ad atorvastatina vs placebo [0.87 (0.76-1.00)] hanno significativamente ridotto il rischio di ipertensione resistente. Quindi, i valori di pressione basali e la scelta della terapia anti-ipertensiva sono i due determinanti maggiori di ipertensione resistente nella popolazione dello studio ASCOT.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA