CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

CARISMA: dopo IMA, il BAV tardivo di grado avanzato in pazienti con DVS può essere predetto

Fonte: Europace. 2011 Oct; 13(10): 1471-1477.

E’ noto che l’insorgenza di BAV H (blocco Atrio Ventricolare di grado avanzato) è associata con una aumento del rischio di morte, ma non è chiaro se esistano dei markers o predittori. Il dott. Uffe Jakob Ortved Gang ed i suoi colleghi hanno voluto verificare, attraverso una serie di test invasivi e non il valore predittivo dei markers di rischio di sviluppare BAV H, documentato da un Loop Recorder Impiantabile (ILR) nella fase tardiva della convalescenza post-IMA. In questo studio sono stati inclusi pazienti con IMA (infarto Miocardico Acuto) e conseguente disfunzione ventricolare sinistra (DVS) senza precedente manifestazione di BAV H o PM impiantabile, sottoposti a impianto di ILR per la sorveglianza continua dell’aritmia. Un test per la stratificazione del rischio veniva eseguito al momento dell’arruolamento ed a 6 settimane dopo l’IMA. I test comprendevano ecocardiogramma (ECO), elettrocardiogramma (ECG), un ecg Holter delle 24h (ECG-H) ed uno studio elettrofisiologico intra-cardiaco (SEFIC). Dei 292 pazienti inclusi nello studio in 28 è stato evidenziato un BAV H nel periodo di follow up di 2 anni (0.4–2.0). La presenza di una variabilità della frequenza cardiaca (VFC) e di TVNS (tachicardia ventricolare non sostenuta) a 6 settimane valutate dal monitoraggio ECG-H erano altamente predittive di BAV H tardivo, dimostrando quindi che lo sviluppo tardivo di BAV H post IMA in pazienti con DVS può essere predetto dai test di stratificazione del rischio e le misure di VFC, riflettendo una disfunzione autonomica, sono il più potente fattore predittivo.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA