CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Il concentrato di complesso protrombinico agisce come antidoto su rivaroxaban ma non su dabigatran

Fonte: Circulation 2011; 124: 1573-1579.

Rivaroxaban and dabigatran sono nuovi anticoagulanti orali che inibiscono specificamente rispettivamente il fattore Xa e la trombina che hanno dimostrato dati solidi sulla prevenzione di tromboembolismo nella fibrillazione atriale in trial clinici di grandi dimensioni. Uno dei temi più discussi relativi all’impiego di questi nuovi anticoagulanti è la mancanza di un antidoto in caso di sanguinamenti maggiori o in caso di interventi di emergenza che necessitino di ribilanciare l’equilibrio coagulativo. Questo studio ha valutato se e come il prothrombin complex concentrate (PCC) possa bloccare l’effetto anticoagulante di questi farmaci. Lo studio, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo ha coinvolto 12 uomini volontari sani sottoposti a rivaroxaban 20mg BID (N=6) o dabigatran 150mg BID (N=6) per 2 giorni e mezzo seguiti da un bolo singolo di PCC da 50 IU/kg o un bolo simile di soluzione salina (controlli). Dopo un periodo di washout, la stessa procedura è stata adottata per entrambi gli anticoagulanti. Rivaroxaban ha indotto un significativo prolungamento del tempo di protrombina (15.8±1.3 vs 12.3±0.7 secondi al basale; P<0.001) che è stato immediatamente e completamente bloccato dal PCC (12.8±1.0; P<0.001). Il potenziale della trombina endogena era stato inibito da rivaroxaban (51±22%; basale 92±22%; P=0.002) e normalizzato da PCC (114±26%; P<0.001) mentre la soluzione salia non ha avuto alcun effetto. Dabigatran ha aumentato il tempo parziale di tromboplastina attivata e il tempo di trombina. La somministrazione di PCC non ha avuto alcun effetto nel riportare alla norma questi test di coagulazione. In conclusione, il PCC è stato in grado di invertire l’effetto di rivaroxaban in soggetti uomini sani mentre non ha avuto alcun effetto, come antidoto, negli stessi soggetti trattati con dabigatran.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA