CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Riendotelizzazione degli stent valutata mediante OCT

Fonte: Eur Heart J (2011) 32 (19): 2454-2463.

Qual è il grado di riendotelizzazione degli stent medicati di nuova generazione ad 1 anno dall’impianto. In questo studio è stat utilizzata una metodica di imaging intracoronarico estremamente accurata, cioè la optical coherence tomography (OCT) per valutare, ad un follow up medio di 13 mesi, 58 pazienti in cui erano stati impianti stent medicati (sottogruppo dello studio RESOLUTE) a rilascio di zotarolimus (ZES n=30) ed everolimus (EES n=28) per un totale di 107 stent. La OCT ha evidenziato che il 1.8% (ZES) e il 1.4% (EES) delle maglie degli stent erano malapposte e che il 7.4% e 5.8% rispettivamente delle maglie degli stent non erano riendotelizzate (p=0.378). Non vi erano differenze significative nell’area del lume coronarico e nella percentuale di ostruzione determinata dalla neointima (12.5 ± 7.9 vs. 15.0 ± 10.7%)

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA