CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Eco3D: utile nella valutazione dell'insufficienza mitralica?

Fonte: J Am Soc Echocardiogr 2011;24:1079-85.

E’ utile l’ecocardiografia 3D nello studio della insufficienza mitralica? In questo studio sono stati valutati 40 pazienti con indicazione ad intervento chirurgico di plastica mitralica per rigurgito mediante ecocardiogramma transtoracico 2D e 3D ed ecocardiogramma transesofageo 2D e 3D. Le immagini sono state analizzate indipendentemente da 2 operatori ed il reperto chirurgico è stato utilizzato come gold standard. Vi è stata una concordanza pari a 100% tra le 4 metodiche nella distinzione tra insufficienza mitralica organica e funzionale. Globalmente il 2D TTE, 2D TEE e il 3D TEE sono stati in grado di identificare con accuratezza simile un prolasso o un flail del lembo; il TEE 2D e 3D TEE avevano un'accuratezza simile per la valutazione del meccanismo del rigurgito ma il 3D TEE ha mostrato una maggior accuratezza nell’identificazione di un prolasso del lembo anteriore e una migliore localizzazione della patologia. L’eco 3D TTE invece è risultata la metodica meno accurata nell’identificazione della patologia valvolare.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA