CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Rapporto aldosterone/renina e pattern notturno della pressione arteriosa: Ohasama Study

Fonte: J Hypertens. 2011 Oct;29(10):1940-7.

Il rapporto aldosterone/renina (aldosterone-to-renin ratio, ARR) è un indice per un'attività inappropriata dell'aldosterone e per la sensibilità al sale. È già stato dimostrato come un ARR elevato potrebbe essere associato ad ipertensione sale-sensibile. Siccome i pazienti con ipertensione sale-sensibile sembrano mostrare una minor diminuzione notturna della pressione arteriosa, è stato ipotizzato che un elevato ARR può essere associato a ridotto calo notturno della pressione arteriosa (modello 'nondipping'), soprattutto in individui con alta assunzione di sodio. Sono stati valutati 184 partecipanti di età non inferiore a 55 anni non in trattamento anti-ipertensivo in una popolazione generale giapponese (età: 67,6 ± 6,9 anni, 71,7% donne). Il monitoraggio ambulatoriale della pressione arteriosa ha identificato 63 (34,2%) partecipanti con un pattern nondipping (declino notturno della pressione sistolica <10%). La mediana dell’attività reninica plasmatica (PRA), la concentrazione plasmatica di aldosterone (PAC) e l’ARR sono stati 0,8 ng/ml per h, 8.3 ng/dl e 8,7ng/dl per h, rispettivamente. Dopo correzione per possibili fattori confondenti, ogni incremento di 1 deviazione standard del logARR è stato associato con la prevalenza del modello nondipping. Questa associazione è stata osservata nei soggetti nel più alto terzile di escrezione urinaria di sodio nelle 24 ore sulla base dei dati delle urine spot, ma scompariva in quelli del più basso terzile. Nei pazienti nel terzile più alto di escrezione urinaria di sodio nelle 24 ore, la PRA era significativamente inferiore nei nondippers rispetto ai dippers (0,49 vs 0,85 ng/ml per h) nonostante l'assenza di differenze nella PAC. Questi risultati suggeriscono che l'eccesso di aldosterone potrebbe essere correlato a un pattern nondipping della pressione arteriosa, soprattutto nei pazienti con elevato apporto di sodio.

Scarica allegato in GIF - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA