CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Elevati livelli sierici di acido urico si associano ad un maggiore rischio di fibrillazione atriale..

Fonte: Am J Cardiol 2011; 108(9): 1272-1276.

La fibrillazione atriale (AF) è una delle più comuni aritmie nella pratica clinica. L’evidenza clinica suggerisce che i livelli di acido urico sierico (SUA) potrebbero essere un marcatore di danno ossidativo, un fattore riportato come parte del meccanismo dell’AF. Lo scopo di questo studio è stato valutare se i livelli di SUA predicano l’AF nei pazienti dello studio ARIC (Atherosclerosis Risk In Communities). La presente analisi ha incluso 15.382 pazienti di razza nera e bianca, di entrambi i sessi, senza AF, di età compresa tra i 45 e i 64 anni. L’obiettivo primario è stato valutare l’incidenza di AF. Sono stati identificati 1.085 casi di AF. L’hazard ratio di AF, associato ad un incremento di SUA è stato di 1.16 (95% intervallo di confidenza da 1.06 a 1.26). L’associazione di SUA con AF differiva per razza e genere (p per l’interazione <0.01). In conclusione, elevati livelli di SUA sono associati ad un maggiore rischio di AF, in particolare tra i neri e le donne.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA