CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Follow up a 10 anni dell'ALLHAT nei soggetti con scompenso insorto durante lo studio...

Fonte: Circulation. 2011; 124: 1811-1818.

Nel famosissimo ALLHAT (Antihypertensive and Lipid-Lowering Treatment to Prevent Heart Attack Trial), trial randomizzato, in doppio cieco, controllato vs trattamento attivo, che ha arruolato pazienti ipertesi ad alevato rischio CV, era emerso che l'insorgenza di scompenso cardiaco era maggiore nel gruppo trattato con amlodipina (2,5–10 mg/die) e lisinopril (10–40 mg/die) vs il gruppo trattato con clortalidone (12,5–25 mg/die). Come in altri studi, la mortalità nei soggetti colpiti da scompenso cardiaco è stata molto alta (>50%) nel follow up a 5 anni dall'insorgenza dell'insufficienza cardiaca e simile nei differenti bracci dello studio. La cosa interessante di questa pubblicazione su Circulation è che gli autori hanno seguito i pazienti scompensati (HF) (con insorgenza dello scompenso durante lo studio terminato nel 2002) attraverso i data base amministrativi sanitari americani per verificare gli outcomes a distanza di una media di 8,9 anni. Di 1.761 partecipanti con HF comparsa durante lo studio, ben 1.348 sono deceduti. La mortalità post-HF per tutte le cause è risultata simile tra i gruppi di trattamento, con hazard ratio (95% intervallo di confidenza) di 0,95 (0,81-1,12) e 1,05 (0,89-1,25), rispettivamente, per amlodipina e lisinopril rispetto al clortalidone, e a 10 anni i tassi aggiustati sono risultati del 86%, 87% e 83%, rispettivamente. I dati per tutte le cause di mortalità erano simili tra i pazienti con frazione di eiezione ridotta (84%) e frazione di eiezione conservata (81%), senza differenze significative tra gruppi. In conclusione, una volta insorto, lo scompenso cardiaco si accompagna ad un elevato rischio di morte che non è differente a seconda dei gruppi di trattamento previsti nell'ALLHAT....della serie, se preveniamo l'insorgenza riusciamo a salvare i nostri pazienti...altrimenti sono guai!

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA