CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Efficacia di anacetrapib nei pazienti con ipercolesterolemia famigliare e dislipidemia mista

Fonte: Am Heart J 2011; 162(4): 708-716.

Questo studio ha arruolato un totale di 589 pazienti con ipercolesterolemia primaria o dislipidemia mista e li ha randomizzati a placebo, atorvastatina 20 mg e vari dosaggi di anacetrapib somministrati in monoterapia o co-somministrati con atorvastatina 20 mg al giorno. I pazienti sono stati trattati per 8 settimane, seguite da altre 8 settimane in cui anacetrapib è stato sostituito da placebo. Dopo un periodo osservazionale di 16 settimane (dopo 8 settimane dalla sospensione di anacetrapib), si è osservata una persistente riduzione del C-LDL nei soggetti che avevano ricevuto anacetrapib 150 e 300 mg (-9.3% e -15.3%, rispettivamente) in monoterapia, mentre un aumento del C-HDL è stato osservato per i gruppi in monoterapia con anacetrapib 40 mg (18.6%), 150 mg (40.5%), e 300 mg (43.4%). Gli effetti sull’apolipoproteina B e A-I sono stati paragonabili con i cambiamenti osservati per C-LDL e C-HDL, rispettivamente. Variazioni corrispondenti per C-LDL e C-HDL sono stati osservati anche nel gruppo in cui anacetrapib è stato co-somministrato con atorvastatina rispetto ad atorvastatina 20 mg in monoterapia. I  livelli plasmatici residui di anacetrapib, quindi, sono stati osservati a 16 settimane e potrebbero essere responsabili delle variazioni del profilo lipidico persistenti dopo 8 settimane dalla cessazione del trattamento.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA