CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Il sistema renina-angiotensina nel diabetico è più attivo, quindi più difficile da inibire!

Fonte: J Hypertens 2011; 29(12): 2454-2461.

L’attivazione del sistema renina angiotensina nei pazienti diabetici sembra contribuire al rischio di nefropatia. Recentemente è stato dimostrato che un’elevazione dei livelli di prorenina nel plasma è un forte rischio di nefropatia. Questo studio è stato designato per esaminare i meccanismi di controllo del sistema renina angiotensina nei pazienti con diabete mellito. Sono stati arruolati 43 soggetti con diabete mellito di tipo 2. Tutti gli individui erano in dieta ad alto contenuto di sale per minimizzare il contributo del sistema renina-angiotensina. Dopo un’esposizione acuta a captopril (25 mg), i soggetti sono stati randomizzati a irbesartan (300 mg) o aliskiren (300 mg) per 2 settimane. Tutti i farmaci hanno abbassato i valori pressori e i livelli di aldosterone plasmatici in acuto e hanno aumentato il flusso plasmatico renale e il tasso di filtrazione glomerulare. Solo captopril e aliskiren hanno aumentato in acuto i livelli di renina plasmatici e hanno ridotto quelli di angiotensina II, mentre irbesartan non ha influenzato né la renina né l’angiotensina II. La renina plasmatica e l’angiotensina II sono aumentate nel trattamento cronico con irbesartan. Dopo 14 giorni di somministrazione, irbesartan e aliskiren hanno dati i cambiamenti renali, adrenergici ed emodinamici descritti ma senza variare i livelli plasmatici di renina. Irbesartan dopo 2 settimane non ha influenzato l’angiotensina II plasmatica, mentre aliskiren l’ha abbassata praticamente a zero. La relativa resistenza della risposta renale a rilasciare renina in risposta ad una somministrazione acuta (irbesartan) e cronica (irbesartan e aliskiren) di bloccanti del sistema renina angiotensina, supporta il concetto di un attivo sistema renina-angiotensina nel diabetico, in particolare a livello delle cellule iuxtaglomerulari, e implica che i pazienti diabetici possano richiedere dosi più elevate di bloccanti del sistema renina-angiotensina per sopprimere pienamente questo sistema.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA