CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Atorvastatina riduce l’attività simpatica in pazienti con insufficienza renale cronica in trattamento con aliskiren

Fonte: J Hypertens 2011; 29(11): 2176-2180.

Questo studio ha valutato se l’aggiunta di una statina per 6 settimane ad aliskiren (bloccante della renina) riduca l’attività simpatica in pazienti ipertesi con insufficienza renale cronica (IRC) allo stadio 2-4. Sono stati arruolati 10 pazienti con IRC stabile (8 uomini, età 45 ± 11 anni, filtrato glomerulare stimato 56 ± 22 ml/min per 1.73 m2), in trattamento cronico con aliskiren 300 mg e sono state valutate al basale e a 6 settimane: pressione arteriosa e attività simpatica (quantificata attraverso l’attività nervosa simpatica del muscolo, MSNA) dopo l’aggiunta di atorvastatina 20 mg/die. Altri 10 pazienti con IRC sono serviti come controllo e sono stati studiati due volte ad un intervallo di 6 settimane senza variazioni di terapia. La pressione media arteriosa è rimasta stabile attraverso lo studio (93 ± 5 versus 94 ± 5 mmHg). L’MSNA è stata ridotta da 28 ± 8 a 20 ± 6 scariche al minuto (P=0.01), mentre la frequenza cardiaca è rimasta stabile durante lo studio. Nel gruppo di controllo con IRC, l’MSNA non è variata, da 26 ± 5 a 25 ± 6 scariche al minuto. Atorvastatina ha ridotto il colesterolo totale e LDL-C e ha un effetto simpaticolitico nei pazienti con IRC, in trattamento cronica con aliskiren, indipendente dai valori pressori e dalla frequenza cardiaca.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA