CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

OAT trial: follow up prolungato degli effetti a lungo termine della riapertura di coronarie occluse dopo un infarto miocardico subacuto

Fonte: Circulation 2011; 124: 2320-2328.

Nonostante evidenze favorevoli, lo studio OAT (Occluded Artery Trial) ha chiaramente dimostrato l'assenza di benefici a lungo termine nel trattare tardivamente mediante PCI vasi coronarici occlusi correlati ad un precedente infarto miocardico acuto. Lo studio che vi presentiamo non è altro che il prolungamento del follow up dell'OAT trial, che ha coinvolto 2.201 pazienti stabili con infarto subacuto ed evidenza di occlusione arteriosa correlata all'infarto da oltre 24 ore (mediamente da 3 a 28 giorni). Anche dopo il "prolungamento" del follow up non si sono osservate variazioni significative negli end-point dello studio, in particolare riguardo all'insorgenza di infarto miocardico fatale e non fatale (HR: 1.25: IC 95%: 0.89-1.75), morte e incidenza di scompenso cardiaco tra il gruppo trattato con PCI ed il gruppo in terapia medica ottimizzata. Si è osservata una minor incidenza di angina nel gruppo trattato nel follow up precoce (primi tre anni) che si è successivamente annullato nel successivo follow up (anche se si è mantenuto un trend a favore del trattamento seppur non significativo dal punto di vista statistico) (fig 1).

Scarica figura in PPT - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA