CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Smettere di Fumare migliora le “prestazioni”

Fonte: American Heart Journal in press Published on line 16 Nov 2011.

Tanti sono i buoni motivi per smettere di fumare, ora è anche stato dimostrato che i fumatori, rispetto ai non fumatori, hanno a lungo termine una minor capacità di esercizio,una minore riserva di FC (frequenza cardiaca) ed una variazione di FC in risposta all’esercizio più piatta. Si è infatti notato che a 3 anni dalla cessazione del fumo questi pazienti presentavano dei parametri durante il TST (test da Sforzo al Treadmill) significativamente migliorati, indicativi di una migliore prognosi cardiovascolare. Dai risultati dello studio è infatti emerso che le sigarette/giorno ed i pacchetti/anno erano indipendentemente ed inversamente associati alla variazione di METs, dal basale al picco (p<0.001), all’incremento della FC (p<0.05) ed alla riserva di FC(P<0.01). A 3 anni di follow-up, il 28% dei pazienti che si era astenuto dal fumo (n=168), aveva ottenuto un miglioramento maggiore al TST rispetto ai fumatori persistenti e tale miglioramento risultava statisticamente significativo per tutti i parametri in esame (tutti p<0,001) anche dopo aggiustamenti per alcune variabili.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA