CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Atorvastatina migliora la funzione endoteliale e riduce l'infiammazione in soggetti sottoposti a riparazione di coartazione aortica

Fonte: Heart doi:10.1136/heartjnl-2011-300287.

La terapia con atorvastatina per 4 settimane in soggetti sottoposti con successo ad intervento chirurgico di riparazione di coartazione aortica (RCCoAo) migliora significativamente la funzione endoteliale e sopprime lo stato di infiammazione sistemica attraverso la riduzione dei livelli sierici di IL-1b e di sVCAM-1. Queste sono le conclusioni del dott. Brili e dei suoi colleghi che si sono proposti di identificare gli effetti della atorvastatina sulla funzione endoteliale e sul grado di infiammazione sistemica in soggetti sottoposti a RCCoAo. In questo studio sono stati arruolati 34 giovani pazienti, 17 randomizzati ad atorvastatina e 17 a placebo per 4 settimane. Al basale ed a 4 settimane di follow up veniva prelevato un campione di sangue per misurare i livelli sierici di IL (interleuchina) 1b, IL-6 e della sVCAM-1 (molecola-1 solubile di adesione delle cellule vascolari) e veniva valutata la funzione endoteliale mediante la DFM (dilatazione flusso mediata) dell'arteria brachiale destra. Dai dati ottenuti è emerso che l'atorvastatina, a 4 settimane di trattamento, determinava miglioramenti statisticamente significativi della funzione endoteliale, misurata come DFM (ottenendo una variazione da 6.46±0.95% a 11.24±1.38%, p<0.01 nel gruppo atorvastatina versus una variazione da 6.74±0.58% a 6.95±0.53%, p=NS nel gruppo placebo). Inoltre, sebbene l'atorvastatina non determinasse alcun effetto significativo nei livelli di IL 6 sierica (0.62 (0.37–0.88) pg/ml a 0.53 (0.28–0.73) pg/ml, p=NS), questa terapia risultava in una significativa riduzione dei livelli di IL-1b (da 1.17 (0.92–1.77)pg/ml a 1.02 (0.75–1.55) pg/ml, p<0.05) e di sVCAM 1 (da 883.4 (660.3–1093.1) ng/ml a 801.4 (566.7–1030.2) ng/ml, p<0.05). Invece non era stato evidenziato alcun cambiamento dei livelli sierici di IL 6, IL 1b e sVCAM 1 nel gruppo controllo (p=NS).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA