CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Evacetrapib combinato a statina: buone premesse...

Fonte: JAMA 2011; 306(19): 2099-2109.

Questo studio ha valutato l’efficacia e la sicurezza di evacetrapib, in monoterapia o in combinazione con statine, nei pazienti con dislipidemia. Sono stati arruolati 398 pazienti con elevato LDL-C o basso HDL-C tra aprile 2010 e gennaio 2011 e sono stati randomizzati a placebo; evacetrapib in monoterapia 30 mg/d, 100 mg/d, o 500 mg/d; o a statina (simvastatina 40 mg/d; atorvastatina 20 mg/d; o rosuvastatina 10 mg/d) con o senza evacetrapib, 100 mg/d, per 12 settimane. La monoterapia con evacetrapib ha prodotto un aumento dose-dipendente di HDL-C da 30.0 a 66.0 mg/dL (da 53.6% a 128.8%) rispetto ad una riduzione con placebo di -0.7 mg/dL (-3.0%; p<0.001 per tutti rispetto a placebo) e una riduzione di LDL-C da -20.5 a -51.4 mg/dL (da -13.6% a -35.9%) rispetto ad un aumento con placebo di 7.2 mg/dL (3.9%; p<0.001 per tutti rispetto a placebo). In combinazione con una statina, evacetrapib, 100 mg/d, ha aumentato l’HDL-C da 42.1 a 50.5 mg/dL (da 78.5% a 88.5%; p<0.001 per tutti rispetto alla monoterapia con statina) e una riduzione dell’LDL-C da -67.1 a -75.8 mg/dL (da -11.2% a -13.9%; p<0.001 per tutti rispetto alla monoterapia con statina). Rispetto alla monoterapia con evacetrapib, la combinazione di statina e evacetrapib è risultata più efficace nella riduzione di LDL-C (p<0.001), ma non più efficace nell'aumento di HDL-C (p=0.39).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA