CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Un tema scottante..disattivare o no l'ICD a fine vita?

Fonte: American Journal of Cardiology Volume 109, Issue 1, Pages 91-94, 1 January 2012.

Il tema è scottante... Ma francamente bisognerebbe parlarne di più... Che fare in pazienti a fine vita e portatori di ICD? lo disattiviamo oppure no? Questo studio ha voluto sentire cosa ne pensano, mediante sondaggio telefonico, 278 pazienti portatori appunto di defibrillatore impiantabile. Il periodo medio dall'impianto è stato di 5,15 anni. Più di 1/3 del campione (38%) aveva sperimentato almeno una erogazione dell'ICD (media 4.69 scariche). Più di metà aveva già eseguito direttive specifiche in caso di una condizione di fine vita, ma solo 3 avevano incluso in queste direttive un piano per il loro ICD. La maggior parte dei soggetti (86%) non aveva mai considerato che cosa fare con i loro ICD se fossero stati colpiti da una malattia grave e difficilmente curabile. Alla domanda su disattivazione dell'ICD in una situazione di fine vita, il 42% ha detto che sarebbe dipeso dalle condizioni del fine vita, il 28% era favorevole alla disattivazione e l'11% non avrebbe comunque voluto disattivare l'ICD. Un quarto del campione (26%) ritiene che la disattivazione dell'ICD rappresenta una forma di suicidio assistito, il 22% pensa che il fatto che una persona non sia da rianimare non implica che sia legittima la disattivazione dell'ICD e il 46% ha risposto che l'ICD non dovrebbe essere automaticamente disattivato in hospice. Le risposte non hanno correlazione con eventuali fattori demografici. Quasi tutti i pazienti contattati (95%), dopo il questionario hanno concordato sulla necessità di fornire loro stessi istruzioni riguardo l'ICD. Alla domanda su chi dovesse essere responsabile per discutere questo problema il 31% ha dichiarato elettrofisiologi, il 45% ha detto cardiologi generali, e il 14% ha dichiarato i medici di base. In conclusione, i risultati del presente studio evidenziano la mancanza di consenso tra i pazienti con ICD sulla questione della disattivazione alla fine della vita del paziente. Questi risultati suggeriscono che i cardiologi dovrebbero discutere di fine vita e la disattivazione del dispositivo con i loro pazienti con ICD.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA