CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Beta bloccanti non ansiogeni in pazienti portatori di ICD

Fonte: Europace (2012) 14 (1): 74-80. doi: 10.1093/europace/eur295.

Ai pazienti portatori di defibrillatore cardioverter impiantabile (ICD) sono frequentemente in terapia con farmaci beta bloccanti. Nonostante si ritenesse che tali farmaci potessero indurre stress emotivi quali depressione ed ansia nei suddetti pazienti, pochi studi hanno esaminato la relazione tra beta bloccanti e stato ansioso. Il Dott. Hoogwegt ed i suoi colleghi hanno ritenuto utile valutare  l'associazione tra beta bloccanti, anche in base al tipo ed al dosaggio e sintomi di ansia e depressione in una coorte  di pazienti a cui veniva impiantato un ICD. Sono stati consecutivamente arruolati nello studio prospettico MIDAS (Mood and personality as precipitants of arrhythmia in patients with an Implantable cardioverter Defibrillator: A prospective Study), fra il 2003 ed il 2010, 448 pazienti sottoposti ad impianto di ICD, di cui 429 hanno completato l'Hospital Anxiety and Depression Scale (HADS) e 'The ICD Patient Concerns questionnaire' (ICDC) al basale. L' 80% di tutti i pazienti erano in  terapia con beta bloccanti. All'analisi univariata, la terapia beta bloccante non è risultata significativamente associata a sintomi di ansia, depressione e preoccupazioni legate all'ICD (β = -0,030, β = 0.007 e β = -0,045, rispettivamente; tutte P>0,36). Nessuna associazione è stata trovata tra dosaggio del farmaco e stress emotivo (tutti P>0,21). Anche all'analisi multivariata l'associazione tra beta bloccanti e problemi d'ansia, depressione e preoccupazioni legate all'ICD è rimasta statisticamente non significativa (β = 0.009, β = 0.037 e β = 0,019, rispettivamente; tutte P>0,47). In conclusione, nei pazienti sottoposti ad impianto di ICD, e quindi di per sé già vulnerabili dal punto di vista emotivo, la terapia con  beta bloccanti non è stata associata a sintomi di preoccupazioni, ansia o depressione, per cui può essere utilizzata senza particolari restrizioni in questo sottogruppo di pazienti.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA