CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Studio OASIS 5: il trattamento invasivo precoce nelle donne con NSTEMI non porta ad alcun vantaggio!

Fonte: Eur Heart J (2012) 33 (1): 51-60.

Lo scopo di questo studio era di confrontare i vantaggi ed i rischi di una strategia invasiva di routine rispetto ad una selettiva nelle donne con sindromi coronariche acute senza sopraslivellamento ST (NSTEMI). Nel sottostudio del trial OASIS 5 sono state randomizzate 184 donne, sia per una strategia invasiva di routine o di una selettiva, e sono state seguite per 2 anni. La meta-analisi dei dati di precedenti studi clinici randomizzati è stata effettuata prima dello studio stesso. Non ci sono state differenze significative tra le due strategie di trattamento come end point primario quale morte / infarto miocardico (IM) / ictus [21,0 vs 15,4%, HR = 1,46, IC 95% (0,73-2,94)], considerando l’end point secondario come morte post IM [18,8 vs 14,3%, HR = 1,39, IC 95% (0,67-2,88)], o esiti separatamente analizzati di IM [12,9 vs 13,3%, HR = 0,95, IC 95% (0,42-2,19)] o ictus [ 2,3 vs 4,4%, HR = 0,67, IC 95% (0,12-3,70)]. Tuttavia, ci sono stati significativamente più morti dopo 1 anno (8,8 vs 1,1%, HR = 9,01, IC 95% (1,11-72,90) ed una maggiore incidenza di sanguinamenti maggiori a 30 giorni [8,8 vs 1,1%, HR = 11.45, 95% CI (1,43-91,96)] nel gruppo a strategia invasiva rispetto a quello di routine. Una meta-analisi su 2.692 donne da precedenti studi clinici randomizzati non ha mostrato alcuna differenza significativa nel outcome composito, OR = 1,18, 95 CI% (0,92-1,53), ma una più alta mortalità con una strategia invasiva di routine per le donne, OR = 1.51, IC 95% (1,00-2,29). In conclusione, quindi, l'incidenza di IM, morte o stroke nelle donne con NSTEMI non differisce a seconda che siano trattate con strategia invasiva di routine o con strategia invasiva selettiva, ma c'è un trend preoccupante di maggiore mortalità con la strategia selettiva. Anche combinando qesti dati con quelli di altri trial precedenti la strategia invasiva selettiva non appare di alcun beneficio evidenziando che ci sono differenze sensibili tra uomini e donne nella gestione dello NSTEMI.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA