CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

PAPS derivata nello scompenso

Fonte: J Am Coll Cardiol, 2012; 59:222-231.

Scopo di questo studio è stato di determinare se la pressione sistolica dell'arteria polmonare (PASP) valutata mediante ecocardiografia Doppler è stata associata ad una maggior incidenza di morte in pazienti con scompenso cardiaco costituendo, quindi, un miglioramento del modello previsionale di outcome negativi, insieme ad altri fattori notoriamente predittivi di mortalità. Tra il 2003 e il 2010, i residenti della contea di Olmsted con scompenso cardiaco sono stati sottoposti in modo prospettico a valutazione della frazione di eiezione, funzione diastolica e PASP mediante ecocardiografia Doppler. Quest'ultimo è stato registrato in 1.049 dei 1.153 pazienti arruolati (età media 76 ± 13; 51% donne). La PASP mediana era di 48 mmHg (dal 25° al 75° percentile: 37,0-58,0). Ci sono stati 489 morti, dopo un follow-up di 2,7 ± 1,9 anni. C'è stata una forte associazione positiva tra la PASP e la mortalità. L'aumento della PASP è stata associata ad un aumentato rischio di morte (hazard ratio [HR]: 1,45, IC 95% [CI] 1,13-1,85 per il terzile 2, HR: 2,07, 95% CI: 1,62-2,64 per il terzile 3 vs terzile 1), indipendentemente da età, sesso, comorbilità, frazione di eiezione e funzione diastolica. Aggiunta la PASP ai modelli comprensivi di parametri notoriamente associati a prognosi negativa, si è avuto un aumento previsionale del 4,2% (p<0,001) ed un miglioramento netto di riclassificazione del 14,1% (p=0,002).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA