CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Alla ricerca di un nuovo antiaritmico per la fibrillazione atriale: quale ruolo per il celivarone?

Fonte: J Cardiovasc Electrophysiol. 2011 Dec 15. doi: 10.1111/j.1540-8167.2011.02234.x.

Il celivarone, un nuovo derivato benzofurano non iodinato della stessa classe farmacologica di dronedarone ed amiodarone, ha dimostrato di avere proprietà antiaritmiche. Gli studi MAIA e CORYFEE avevano l'obiettivo di valutare l'efficacia del celivarone sia nel mantenimento del ritmo sinusale post cardioversione che nella conversione della fibrillazione atriale (FA) e del flutter atriale (FLA) a ritmo sinusale. Nello studio MAIA, 673 pazienti con FA/FLA recentemente convertiti a ritmo sinusale sono stati randomizzati a ricevere 50, 100, 200 o 300 mg 1 volta die di celivarone o 200 mg die di amiodarone, preceduti da una dose carico di 600 mg per 10 giorni, oppure placebo. A 3 mesi di follow-up, non è stata osservata nessuna differenza significativa in termini di recidive di FA/FLA tra il gruppo in terapia con celivarone e quello in placebo. Tuttavia, sono state osservate recidive di FA/FLA meno sintomatiche nei pazienti trattati con basse dosi di celivarone (26,6% per celivarone 50 mg [P=0,022] e 25,2% per celivarone 100 mg [P=0,018] vs 40,5% per il placebo a 90 giorni). Inoltre, nei pazienti in terapia con il nuovo farmaco sono stati osservati un minor numero di eventi avversi rispetto ad i gruppi in terapia con amiodarone o con placebo. Nello studio CORYFEE, 150 pazienti con FA/FLA sono stati randomizzati ad una dose unica giornaliera di celivarone (300 o 600 mg), o placebo, per un periodo di 2 giorni di trattamento. All’analisi statistica è emerso che non vi era alcuna differenza significativa nel tasso di conversione spontanea a ritmo sinusale tra i pazienti in trattamento con celivarone ed il gruppo di controllo. In conclusione, il celivarone non sembra essere efficace nel mantenimento del ritmo sinusale o utile per la conversione a ritmo sinusale in pazienti con FA/FLA.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA