CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Maggior potere prognostico della variabilita dell'INR in relazione ad eventi avversi associati alla fibrillazione atriale

Fonte: Thrombosis Research Volume 129, Issue 1, Pages 32-35.

La fibrillazione atriale (FA), come è noto, è associata ad un aumentato rischio di ictus e di mortalità. Tali rischi sono in parte ridotti grazie al trattamento con warfarin. Lo strumento comunemente più usato per valutare l'efficacia della terapia con warfarin è il tempo in range terapeutico (TTR) dell'International Normalized Ratio (INR), che deve, in questi casi, essere compreso tra 2,0-3,0. In considerazione di tali premesse, il Dott. Marcus Lind ed i suoi colleghi si sono posti l'obiettivo di valutare se la variabilità dell'INR, valutata tramite la deviazione standard di INR trasformato (SDTINR), risultasse di maggior valore prognostico rispetto al TTR. Sono stati studiati 19.180 pazienti con FA in terapia con warfarin per valutare l'associazione del TTR e della SDTINR rispetto alla mortalità per qualsiasi causa, ictus, emorragie e ricoveri ospedalieri. Dalle analisi statistiche è emerso che la SDTINR risulta avere un valore prognostico maggiore del TTR. Infatti, una deviazione standard (SD) superiore di SDTINR aveva un hazard ratio (HR) di 1,59 (95% CI 1,52-1,66) di mortalità rispetto a 1.18 (IC 95% 1,13-1,24) per una SD inferiore del TTR. Per quel che riguarda ictus, emorragie e ricoveri ospedalieri, l'HR è stato anche più elevato per la SDTINR che per il TTR (ictus 1,30 (IC 95% 1,22-1,39) vs 1,06 (IC 95% 1,00-1,13), sanguinamento 1,27 (IC 95% 1,20-1,35) vs 1,07 (IC 95% 1,01-1,14), l'ospedalizzazione 1,47 (IC 95% 1,45-1,49) vs 1,13 (IC 95% 1,10-1,15). Includendo entrambi i parametri nell'analisi statistica, solo la SDTINR è risultata significativa dal punto di vista di valore predittivo. Pertanto, si può concludere che la SDTINR costituisce un miglior indice di mortalità, ictus, emorragie e ricoveri ospedalieri rispetto al TTR nei pazienti con FA sottoposti a terapia con warfarin e, quindi, dovrebbe essere preso in maggiore considerazione nella pratica clinica.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA