CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Lo spessore intima-media carotideo semplifica la valutazione del rischio di CHD

Fonte: European Heart Journal Volume 33, Issue 2Pp. 183-190.

Informazioni sulla placca e sullo spessore intima-media carotideo (CIMT) sembrano migliorare la previsione del rischio di malattia coronarica (CHD) quando aggiunto ai fattori di rischio tradizionali (TRF). Tuttavia, ottenere immagini adeguate di tutti i segmenti dell'arteria carotidea (A-CIMT) può essere difficile. Lo spessore intima-media (CCA-IMT) dell'arteria carotide comune è relativamente più affidabile e più facile da misurare. Nello studio ARIC (Atherosclerosis Risk in Communities) è stato pertanto valutato se CCA-IMT è paragonabile a A-CIMT quando aggiunto ai TFR e alle altre informazioni sulla placca per migliorare la previsione del rischio di CHD . Modelli decennali per la previsione del rischio di CHD erano basati su TRF o TRF + A-CIMT + caratteristiche di placca e TRF + CCA-IMT + caratteristiche di placca e sono stati sviluppati per coorti di uomini e donne. Sono stati stimati l'area sotto la curva (AUC), per cento individui riclassificati, l'indice di riclassificazione (NRI) e la calibrazione del modello dal test Grønnesby-Borgan. Ci sono stati 1.722 eventi coronarici in 12.576 individui nel corso di un follow-up medio di 15,2 anni. L'AUC per TRF, TRF + A-CIMT + placca e TRF + CCA-IMT + placca sono stati 0,741, 0,754 e 0,753, rispettivamente. Anche se si presentava qualche discordanza per CCA-IMT + placca- e A-CIMT + placca al basale è stato confrontato comunque il rischio, NRI e NRI clinico (NRI nel gruppo a rischio intermedio); specialmente quando si confrontano i modelli CIMT con modello TRF da solo, riclassificati per cento e considerando il test per la calibrazione del modello, non si sono evidenziati risultati significativamente differenti. In conclusione, l'assessment del rischio di malattia coronarica può essere migliorato dall'aggiunta della valutazione dell'A-CIMT + placca o CCA-IMT + informazioni sulla placca e TRF. Quindi, valutando l'arteria carotide per la presenza di placca e misurando CCA-IMT, che risulta più facile e ripetibile rispetto alla valutazione della A-CIMT, fornisce una buona alternativa alla misurazione della A-CIMT  per la predizione del rischio per CHD.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA