CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Gli ACE inibitori non modificano l'outcome intraospedaliero nelle SCA

Fonte: American Journal of Cardiology Volume 109, Issue 3, Pages 332-336, 1 February 2012.

Gli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE) utilizzati nei pazienti ad alto rischio per malattia coronarica sono stati associati ad una riduzione del rischio di infarto miocardico (MI) e a morte. Tuttavia, non è chiaro se l'uso in cronico di questi farmaci modifichi il corso e l'esito di una sindrome coronarica acuta (ACS). Questo studio ha valutato l'associazione tra l'uso cronico di ACE-inibitori e gli esiti clinici nei pazienti con sindrome coronarica acuta già in trattamento con ACE inibitori. Dal 1999 al 2008, 13.632 pazienti canadesi con sindrome coronarica acuta sono stati identificati nel Global Registry of Acute Coronary Events (GRACE), nell'expanded GRACE (GRACE2), e nel Canadian Registry of Acute Coronary Events (CANRACE). I pazienti sono stati stratificati per l'uso precedente o no di un ACE-inibitore. Tuttavia, i pazienti trattati con un ACE-inibitore prima della ACS avevano una più alta prevalenza di diabete (40,6% vs 21,2%, p<0,001), precedente infarto miocardico (51,8% vs 23,3%, p<0,001) ed insufficienza cardiaca (18,0% vs 6,9%). L'analisi multivariata non ha dimostrato alcuna associazione significativa tra l'uso di ACE-inibitori e di morte intra-ospedaliera (odds ratio [OR] 1.15, intervallo di confidenza [CI] 0,90-1,49, p=0,27), re-infarto miocardico (OR 0,99, CI 0,78 a 1,25, p=0,91) o dell'end point composito di morte / re-infarto miocardico (OR 1,01, CI 0,84-1,20, p=0,94). In conclusione, l'uso precedente di un ACE inibitore non è associato ad un miglioramento dei risultati in ospedale dopo una sindrome coronarica acuta.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA