CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Una occlusione coronarica totale, non legata ad un infarto, è un fattore prognostico negativo? Sembrerebbe di si!

Fonte: Am J Cardiol 2012; 109(2): 208-213.

Lo scopo di questo studio è stato valutare gli effetti di un’occlusione cronica totale (CTO) in un’arteria non legata ad un infarto (IRA) sulla prognosi a lungo termine di pazienti con infarto del miocardio con elevazione del tratto-ST e una coronaropatia multivasale. Di 1.658 pazienti con queste caratteristiche, 666 sono stati sottoposti ad angioplastica coronarica e inclusi in questa analisi. I pazienti sono stati divisi in due gruppi: con e senza CTO. Il primo gruppo includeva 462 pazienti senza CTO (69%) e il secondo gruppo 204 pazienti con CTO (31%). Il tasso di mortalità intra-ospedaliera è stato 6.3% e 21.1% (p<0.0001) e la mortalità a 5 anni 22.5% e 40.2% (p<0.0001) per i pazienti senza e con CTO, rispettivamente. Un’analisi multi-variata ha rivelato che la presenza di CTO è un forte predittore indipendente di mortalità a 5 anni in pazienti sottoposti ad angioplastica coronarica (hazard ratio 1.85; 95% intervallo di confidenza da 1.35 a 2.53; p=0.0001).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA