CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Coenzima Q10: ha effetto sulla pressione arteriosa?

Fonte: Am J Hypertens 2012; 25(2): 261-270.

Lo scopo di questo studio è stato valutare gli effetti dell’aggiunta di coenzima Q10 sulla pressione delle 24 ore in soggetti con sindrome metabolica e controllo pressorio inadeguato. In questo studio randomizzato, in doppio cieco, di 12 settimane, sono stati somministrati coenzima Q10 (100 mg due volte al giorno) o placebo a 30 soggetti con sindrome metabolica e inadeguato controllo pressorio (pressione sistolica media ≥140 mmHg o ≥130 mmHg per i pazienti con diabete); durante lo studio non è stata variata la terapia anti-ipertensiva. L’obiettivo primario è stato valutare i cambiamenti della pressione sistolica nelle 24 ore e la pressione diastolica dopo l’aggiunta di coenzima Q10. Rispetto a placebo, il trattamento con coenzima Q10 non è stato associato con riduzioni statisticamente significative della pressione arteriosa sistolica (P=0.60) o diastolica (P=0.12) o della frequenza (P=0.10). Quindi sembrerebbe che la somministrazione di coenzima Q10 non porti a grandi benefici sul controllo pressorio in soggetti affetti da sindrome metabolica.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA