CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Via libera alla combinazione losartan/amlodipina!

Fonte: American Journal of Cardiovascular Drugs: 1 February 2012 - Volume 12 - Issue 1 - pp 35-47.

Combinazione amlodipina camsilato/losartan (5mg/50mg, 5mg/100mg e 10mg/50mg) ha portato ad una riduzione della pressione arteriosa (PA) significativamente maggiore rispetto alla monoterapia con il solo losartan o la sola amlodipina. Inoltre, è stato dimostrato che questo trattamento combinato è generalmente sicuro e ben tollerato nei pazienti con PA essenziale. Queste sono le conclusioni del dott. Park e dei suoi colleghi che in questo studio multicentrico, randomizzato, in doppio cieco, hanno arruolato pazienti adulti, non ricoverati, di età compresa tra 18-75 anni con PA essenziale e li hanno seguiti per un periodo di 8 settimane. Al momento dell’arruolamento i pazienti hanno ricevuto placebo per 2-4 settimane, successivamente quelli elegibili (n=320) sono stati randomizzati ad uno degli otto gruppi di trattamento: amlodipina 5mg o 10mg, losartan 50mg o 100mg, amlodipina camsilato/losartan 5mg/50mg, 5mg/100mg, 10mg/50mg o 10mg/100mg. Dai risultati ottenuti è emerso che i pazienti trattati con le terapie di combinazione presentavano a 8 settimane una riduzione della PA diastolica significativamente maggiore rispetto alle monoterapie per tutti i confronti previsti, tranne amlodipina camsilato/losartan 10mg/100mg rispetto amlodipina 10 mg. Inoltre, l'incidenza di eventi avversi nel gruppo di pazienti trattati con la  combinazione amlodipina camsilato/losartan 10mg/50mg tendeva ad essere maggiore rispetto a qualsiasi altro gruppo (27,9%, 12/43), ma l'effetto non era statisticamente significativo.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA