CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Studio ASPIRE: i diabetici sono più a rischio di disfunzione diastolica nel post-infarto

Fonte: Eur J Heart Fail 2012; 14(2): 185-192.

Questo studio ha valutato la relazione tra diabete e struttura/funzionalità cardiaca dopo un infarto del miocardio (MI) e se esiste una relazione tra diabete e l’effetto dell’inibizione diretta della renina sul cambiamento delle dimensione del ventricolo sinistro (LV). Lo studio ASPIRE (Safety and Efficacy of Aliskiren in Post Myocardial Infarction Patients) ha arruolato 820 pazienti 2-8 settimane dopo un MI con una frazione di eiezione ≤45% e li ha randomizzati ad assumere aliskiren (n=423) o placebo (n=397) in aggiunta alla terapia standard. Un’ecocardiografia è stata eseguita al basale e dopo 36 settimane in 672 pazienti. Rispetto ai soggetti non diabetici, i diabetici (n=214) sono risultati a più alto rischio di morte per cause cardiovascolari (CV), ospedalizzazione per scompenso cardiaco, MI ricorrente, ictus o morte improvvisa (14 vs. 7%; hazard ratio 1.63, 95% intervallo di confidenza 1.01-2.64, p=0.045), nonostante una frazione di eiezione simile (37.9 ± 5.3 vs. 37.6 ± 5.2%, p=0.48) e un simile volume di fine sistole (ESV) (84 ± 25 vs. 82 ± 28 mL, p=0.46). I diabetici hanno dimostrato di avere un maggiore rimodellamento concentrico (spessore relativo della parete 0.38 ± 0.07 vs. 0.36 ± 0.07, p=0.0002) e una maggiore pressione di riempimento del VS (E/E' 11.1 ± 5.3 vs. 9.1 ± 4.3, p=0.0011). Dopo 36 settimane, i diabetici hanno avuto una simile riduzione percentile di ESV (-4.9 ± 17.9 vs. -5.5 ± 16.9, p=0.67), ma tendevano ad avere una maggiore riduzione di ESV rispetto ai non diabetici quando trattati con aliskiren (interazione p=0.08). Quindi, rispetto ai non diabetici, i diabetici sono a maggiore rischio di eventi cardiovascolari post-MI, hanno un maggiore rimodellamento concentrico e una maggiore pressione di riempimento del LV, suggerendo che la disfunzione diastolica potrebbe essere un meccanismo per giustificare l’alto rischio di questi soggetti.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA