CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

L’uso di fenofibrato nei diabetici con moderata insufficienza renale: un bene o un male?

Fonte: Diabetes Care 2012; 35(2): 218-225.

I pazienti diabetici con funzionalità renale alterata (eGFR 30-59 mL/min/1.73 m2) sono ad alto rischio cardiovascolare. Questo studio ha valutato gli effetti di fenofibrato sul rischio cardiovascolare e l’insufficienza renale in stadio avanzato (ESRD), nello studio FIELD (Fenofibrate Intervention and Event Lowering in Diabetes Study). I pazienti diabetici di età tra 50 e 75 anni, con eGFR ≥30 mL/min/1.73 m2 sono stati randomizzati a un dosaggio fisso di fenofibrato (200 mg/die) (n=4.895) o placebo (n=4.900) per 5 anni. La funzione renale basale è stata suddivisa per eGFR (30-59, 60-89 e ≥90 mL/min/1.73 m2). Gli obiettivi pre-specificati sono stati gli eventi totali cardiovascolari (rischio di morte per cause cardiovascolari, infarto del miocardio, ictus, e rivascolarizzazione coronarica/carotidea). Il fenofibrato ha ridotto il numero totale di eventi cardiovascolari rispetto a placebo (hazard ratio 0.89 [95% CI 0.80-0.99]; p=0.035). Questo beneficio non è stato statisticamente significativo tra i vari gruppi di eGFR (p=0.2 per l’interazione) (eGFR 30-59 mL/min/1.73 m2: 0.68 [0.47-0.97], p=0.035; eGFR ≥90 mL/min/1.73 m2: 0.85 [0.70-1.02], p=0.08). Il tasso di ESRD è risultato simile tra I due gruppi, senza significativi eventi avversi sulla funzionalità renale. Quindi i pazienti diabetici con moderata insufficienza renale, beneficiano dell’aggiunta di fenofibrato che, quindi, non dovrebbe essere controindicato nell’insufficienza renale moderata.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA