CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Delayed Enhancement alla MDCT (tomografia computerizzata multidetettore) miocardica: predittore indipendente di eventi cardiaci

Fonte: J Am Coll Cardiol, 2012; 59:730-738.

La dimensione del DE (delayed enhancement) del contrasto miocardico alla MDCT (tomografia computerizzata multidetettore) subito dopo PCI (intervento coronario pecutaneo) primaria può fornire informazioni utili a predire l'outcome clinico nei pazienti con IMA (infarto miocardico acuto). Queste sono le conclusioni del dott. Akira Sato e dai suoi colleghi che hanno valutato il valore clinico del DE del contrasto miocardico alla MDCT nel predire gli outcome clinici dopo IMA. Nello studio sono stati inclusi 102 pazienti con IMA sottoposti a MDCT eseguita immediatamente dopo PCI . Alla MDCT è stata misurata la dimensione del DE del contrasto miocardico ed è stata correlata agli outcomes clinici: morte cardiaca o ospedalizzazione per peggioramento dell’insufficienza cardiaca. Dai risultati dello studio è emerso che, ad un follow-up di 24 ± 10 mesi, dei 102 pazienti, 19 pazienti hanno raggiunto gli outcomes primari (morte cardiaca, n=7; insufficienza cardiaca, n=12) Le curve di Kaplan-Meier hanno mostrato un rischio maggiore di eventi cardiaci per i pazienti del 3° terzile di dimensione di DE del contrasto miocardico (≥ 36 g) rispetto a quelli appartenenti agli altri due terzili (p<0,0001). Inoltre, ad un’analisi multivariata di Cox la dimensione di DE del contrasto miocardico era un fattore predittivo indipendente di eventi cardiaci dopo aggiustamento per TIMI risk score (Thrombolysis In Myocardial Infarction score di rischio), per la frazione di eiezione ventricolare sinistra, per lo score di difetto totale di emissione di singoli fotoni alla TC con tecnezio tetrofosmina e per estensione transmurale del DE del contrasto miocardio alla MDCT (HR (hazard ratio) aggiustato per 3° terzile vs 1° terzile: 16.1, 95% CI (intervallo di confidenza): 1.45 a 72.4, p=0.022; HR per 3° terzile vs 2° terzile: 5.06, 95% CI: 1.25 a 22.7, p=0.039).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA