CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Miglior sopravvivenza dopo arresto cardiaco improvviso extraospedaliero se si effettua il cateterismo cardiaco entro 6h

Fonte: American Journal of Cardiology Vol 109 iusse 4 pag 451-454.

Il cateterismo cardiaco precoce (meno di 6 ore dalla presentazione) in pazienti con ACiExO (arresto cardiaco improvviso extraospedaliero) resuscitato (ACiExO-R) è risultato essere associato ad un miglioramento della sopravvivenza. Queste sono le conclusioni a cui sono giunti il dott. Justin A. Strote ed i suoi colleghi che hanno valutato se il cateterismo cardiaco, a breve o lungo termine, in pazienti con ACiExO-R potesse migliorare la sopravvivenza alla dimissione dall'ospedale in funzione del tempo di intervento. In questo studio retrospettivo, considerando il periodo dal 1999 al 2002, sono stati inclusi 240 pazienti con ACiExO-R da fibrillazione ventricolare o tachicardia ventricolare e sono stati suddivisi in un gruppo acuto, cioè i pazienti trattati con cateterismo cardiaco entro 6 ore (n=61), in un gruppo tardivo, cioè i pazienti trattati con cateterismo in differita, effettuato quindi a >6 ore dall'evento (n=179) o senza cateterismo durante l'ospedalizzazione (gruppo terapia, n=179). I parametri valutati includevano la sopravvivenza alla dimissione dall'ospedale, lo stato neurologico, l’estensione della malattia coronarica, la presentazione dei dati elettrocardiografici ed i sintomi prima dell'ACiExO. Dai risultati dello studio è emerso che la sopravvivenza era maggiore nei pazienti sottoposti a cateterizzazione acuta (72% nel gruppo acuto gruppo vs 49% nel gruppo tardivo, p=0,001). L'intervento coronarico percutaneo è stato eseguito in 38 dei 61 pazienti (62%) nel gruppo acuto e 13 di 170 pazienti (7%) nel gruppo tardivo (p<0,0001). Lo stato neurologico è risultato simile nei 2 gruppi. Una percentuale significativamente maggiore di pazienti nel gruppo di cateterizzazione acuta ha presentato sintomi prima dell'ACiExO e aveva sopraslivellamento del tratto ST all'elettrocardiogramma dopo la rianimazione.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA