CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

By-pass aortocoronarico: fallimento del graft in vena e prognosi...

Fonte: Circulation 2012; 125: 749-756.

Il fallimento dell'innesto in vena (VGF) è comune dopo un intervento chirurgico di by-pass aorto-coronarico, ma la sua relazione con gli esiti clinici a lungo termine è sconosciuta. In questa analisi retrospettiva, si è esaminata la relazione tra VGF, valutata mediante angiografia coronarica a 12 e a 18 mesi dopo un intervento chirurgico di by-pass coronarico ed i successivi risultati clinici. Si sono studiati i dati di 1.829 pazienti sottoposti a by pass coronarico con innesti venosi. L'outcome principale era rappresentato da morte, infarto miocardico e rivascolarizzazione ripetuta attraverso 4 anni dopo l'angiografia. Il VGF si è verificato in 787 dei 1.829 pazienti (43%). Il follow-up clinico è stato completato nel 97% dei pazienti. L'end point composito di morte, infarto miocardico, o rivascolarizzazione si è verificato più frequentemente tra i pazienti che hanno avuto almeno un VGF rispetto a coloro che non ne avevano avuti (adjusted hazard ratio 1,58; intervallo di confidenza al 95% 1,21-2,06, p=0,008). Ciò però è stato principalmente dovuto alla necessità di nuova rivascolarizzazione  e non ad una conseguenza "diretta" della VGF. In conclusione, una VGF è comune dopo un intervento chirurgico di by-pass coronarico ed è associata a rivascolarizzazione ripetuta, ma non a morte e/o infarto miocardico.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA