CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Ipertensione in gravidanza: e i figli?

Fonte: European Heart Journal (2012) 33, 335–345.

È incerto se la pressione arteriosa più elevata osservata nella prole di gravide ipertese sia un'anomalia isolata o uno stato accompagnato da una compromessa funzionalità vascolare, alterazioni dei lipidi e alterazione dei markers infiammatori indicativi di un disturbo cardiometabolico complesso dello stesso tipo di quello osservato nella madre durante la pre-eclampsia. In un'ampia coorte del Regno Unito di madri e figli (n=3.537-4.654), valutati all'età di 9-12 anni, è stata esaminata l’associazione di ipertensione gestazionale o pre-eclampsia materna con la pressione arteriosa dei figli, la funzione endoteliale valutata tramite la flow mediated dilation dell’arteria brachiale, la rigidità arteriosa tramite la pulse wave velocity tra carotide-radiale, la distensibilità dell'arteria brachiale e la pressione arteriosa. Sono stati  valutati, inoltre, i markers infiammatori e i dosaggi plasmatici di lipidi e apolipoproteine ​​A1 e B. I figli delle donne con pre-eclampsia o ipertensione gestazionale avevano una pressione arteriosa sistolica più elevata rispettivamente di 2,04 mmHg (95% CI: 1,33, 2,76) e 1,82 mmHg (95% CI: 0,03, 3,62), e una pressione arteriosa diastolica più elevata rispettivamente di 1,10 mmHg (95% CI: 0,47, 1,73) e 1,26 mmHg (95% CI: -0,32, 2,85); questi dati erano corretti per il BMI delle madri e dei figli, per l’apporto di sodio nella dieta e per altri altri potenziali fattori confondenti. Tuttavia, non sono state rilevate associazioni tra i disturbi ipertensivi della gravidanza con gli altri outcome vascolari, con marker infiammatori e con i dosaggi plasmatici di lipidi e apolipoproteine. In conclusione, l’ipertensione gestazionale e la pre-eclampsia sono associate a pressione arteriosa più elevata dei figli durante l'infanzia, in assenza di altre alterazioni vascolari o disordini metabolici. I risultati confermano l'esistenza di comuni fattori di rischio tra madri e figli con influenza specifica sulla pressione arteriosa, piuttosto che conseguenze a lungo termine per i figli dovuti ad anomalie cardiometaboliche dovute ai disturbi ipertensivi della gravidanza.

Scarica allegato in GIF - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA