CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Ridotti livelli di PTH sono associati a un maggior rischio di fratture vertebrali nelle donne diabetiche

Fonte: J Clin Endocrinol Metab 2012; doi: 10.1210/jc.2011-2537.

I pazienti affetti da diabete mellito di tipo 2 hanno un aumentato rischio di fratture vertebrali (VF) rispetto ai non diabetici. Lo scopo di questo studio è stato valutare l’associazione tra VF e turn-over osseo. Gli autori hanno paragonato i livelli di parartomone (PTH) e osteocalcina (OC) sierici in soggetti diabetici (123 donne in post-menopausa e 132 uomini oltre i 50 anni) e soggetti non diabetici (189 donne e 51 uomini). E’ stata studiata l’associazione tra PTH e OC, e il rischio di VF è stato paragonato in quattro sottogruppi suddivisi sulla base dei livelli di PTH e OC. I pazienti diabetici sono risultati avere più bassi livelli di PTH e OC rispetto ai controlli in entrambi i sessi (P< 0.01). Un’analisi di regressione multilineare ha mostrato che i livelli di PTH nei diabetici sono significativamente e positivamente correlati con i livelli di OC (per le donne r=0.324, P<0.01; per gli uomini r=0.343, P<0.01). Quando i partecipanti sono stati divisi nei sottogruppi, il gruppo delle donne diabetiche con livelli di PTH e OC più bassi hanno un rischio significativamente più elevato di VF rispetto a quelli con livelli di PTH e OC più alti (odds ratio, 4.73; 95% intervallo di confidenza, 1.20-18.6; P=0.026). Quindi, i pazienti con diabete mellito di tipo 2 hanno livelli più bassi di PTH; inoltre, nelle donne in post-menopausa, livelli più bassi di PTH, associati con una minore formazione di osso, potrebbero elevare il rischio di VF indipendentemente dalla densità ossea rispetto come risultato di una minore qualità dell’osso.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA