CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

HORIZONS-AMI trial: TV/FV sostenuta dopo PCI primaria non associata a mortalità o eventi avversi

Am J Cardiol. 2012 Mar 15;109(6):805-12. Epub 2011 Dec 22.

Dai dati dell’HORIZONS-AMI trial sembra che episodi di TV/FV (tachicardia ventricolare o fibrillazione ventricolare) sostenuta dopo PPCI (intervento coronarico percutaneo primario) non siano risultati significativamente associati con la mortalità o gli eventi clinici avversi 3 anni. Un precedente studio ha suggerito che la presenza di TV/FV sostenuta post-procedura in pazienti sottoposti a PPCI per STEMI (infarto miocardico con sopraslivellamento ST) potesse far presagire una ridotta sopravvivenza. A tal proposito, il dott Mehta ed i suoi collaboratori hanno esaminato i risultati dell’HORIZONS-AMI trial, uno studio prospettico, multicentrico, randomizzato su larga scala, per poter valutare l'incidenza, gli eventi clinici correlati e gli outcomes intra-ospedalieri della TV/FV sostenuta dopo PPCI. Nello studio sono stati inclusi 3.485 pazienti sottoposti a PPCI in cui la TV/FV non si è verificata prima o durante la procedura, di questi 181 pazienti (5,2%) hanno sviluppato TV/FV dopo PPCI. La maggior parte degli episodi di TV/FV post-procedura (85%) si sono verificati nelle prime 48 ore. I pazienti con TV/FV post-procedurale erano più uomini, con classe Killip > I all’ingresso, avevano una minore prevalenza di ipertensione e diabete, assumevano meno frequentemente beta bloccanti e ACE-inibitori/sartani al momento del ricovero, il tempo medio door-to-balloon era più breve ed il TIMI (Thrombolysis In Myocardial Infarction) flow prima della PPCI era di grado 0. Non ci sono state differenze significative in termini di mortalità a 3 anni (hazard ratio 0.73, intervallo di confidenza 95% 0,30-1,79) o in termini di eventi clinici avversi compositi principali (morte, infarto miocardico, rivascolarizzazione del vaso bersaglio, o ictus; hazard ratio 0,71, 95 intervallo di confidenza% 0,44-1,15) tra i pazienti con TV/FV sostenuta post-procedura rispetto a quelli che non presentavano queste aritmie dopo l’intervento. I dati supportano quinidi l’idea di un’assenza di valore prognostico degli episodi di TV/FV sostenuti post-procedura, anche se ulteriori studi sono necessari per definire il significato prognostico di questi eventi nei pazienti con STEMI sottoposti a PPCI.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA