CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Trial HORIZONS-AMI in STEMI sottoposti a PCI primaria..

Fonte: European Heart Journal Volume 33, Issue 6Pp. 768-775.

Questo studio ha cercato di indagare l'impatto della malattia multivasale (MVD), con e senza una occlusione totale cronica (CTO), in caso di correlazione o non dell’infarto (IMA) con una specifica arteria (IRA), sulla mortalità nei pazienti con infarto miocardico con sopraslivellamento ST (STEMI) sottoposti a intervento coronarico percutaneo primario (PCI). Nel trial HORIZONS-AMI, su 3.283 pazienti sottoposti a PCI primaria, 1.524 pazienti (46,4%) avevano una malattia monovasale (SVD), 1.477 (45,0%) avevano MVD senza CTO e 283 (8,6%) avevano MVD con un CTO in un non-IRA. Rispetto ai pazienti SVD ed ai pazienti MVD senza CTO, i pazienti con un non-IRA CTO avevano significativamente meno probabilità di raggiungere TIMI 3 post-procedurale (P=0.0003), hanno presentato più frequentemente un grado di blush miocardico assente (p=0,0002), e meno frequentemente si è ottenuta la completa risoluzione del sovraslivellamento del segmento ST (P=0,0001). Con l'analisi multivariata, MVD CTO in non-IRA era un predittore indipendente di mortalità a 0 ed a 30 giorni [hazard ratio (HR) 2,88, intervallo di confidenza 95% (CI) 1,41-5,88, P=0,004] e di mortalità da 30 giorni a 3 anni (HR 1,98, IC 95% 1,19-3,29, P=0,009), mentre MVD senza CTO era un predittore significativo per mortalità a 0 ed a 30 giorni (HR 2,20, IC 95% 1,00-3,06 , P=0,049) ma non della mortalità tardiva.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA