CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Anomalie all’ecografia renale ed età indicatori di maggior rischio di ipertensione secondaria nei bambini

Fonte: The Journal of Clinical Hypertension. DOI: 10.1111/j.1751-7176.2012.00603.x.

I bambini dai 5 ai 12 anni con anomalie riscontrate all’ecografia renale e alti livelli di pressione arteriosa diastolica hanno un rischio maggior di ipertensione secondaria. Queste sono le conclusioni a cui sono giunti Rossana Baracco ed i suoi colleghi che hanno voluto valutare la diagnosi di ipertensione primaria versus ipertensione secondaria sulla base dei risultati degli esami di routine eseguiti in bambini ipertesi. In questo studio retrospettivo sono stati inclusi bambini da 5 a 19 anni, con ipertensione primaria e secondaria; i dati di laboratorio ed i test di imaging anomali sono stati confrontati tra i gruppi di ipertensione primaria e secondaria. I pazienti con ipertensione secondaria erano più giovani (5-12 anni), presentavano una percentuale più elevata di valori alterati di creatinina, di dati anomali all’ecografia renale ed all’ecocardiogramma. Non vi era alcuna differenza significativa nei risultati di funzionalità tiroidea, di catecolamine urinarie, della renina plasmatica e di aldosterone. All’analisi di regressione ed all’analisi di funzione di verosomiglianza la presenza di anormalie all’ecografia renale e l'età sono risultati predittori di ipertensione secondaria.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA