CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Embolia polmonare emodinamicamente stabile: si al trombolitico... lo studio MOPETT

Fonte: American College of Cardiology Congress 2012, Chicago.

Lo studio MOPETT (Moderate Pulmonary Embolism Treated With Thrombolysis) ha arruolato pazienti con embolia polmonare moderata (non massiva ed emodinamicamente stabile) trattandola con terapia trombolitica a basso dosaggio (rt-PA) vs placebo. Il protocollo prevedeva un dosaggio di 10 mg di trombolitico in 1 minuto e 40 mg nelle successive due ore (per pazienti con peso <50 kg il dosaggio di carico era di 0.5 mg/kg in un minuto e poi la restante parte in due ore). Sono stati randomizzati 121 pazienti. Durante il follow up si è osservato, nel gruppo trattato con trombolitico, un miglior outcome, in particolare riguardo i livelli di ipertensione polmonare residua sia nel breve che nel lungo periodo (follow up a 28 mesi con ipertensione polmonare presente nel 16% nei pazienti trattati vs 63% nei non trattati: p<0.001), le recidive di embolia polmonare (0% vs 5%) e degenza ospedaliera (2.2 vs 4.9 giorni: p<0.001). Non si sono osservate differenze significative nella mortalità a lungo termine (1.6% vs 5%: p=0.30, end point prevedibile). Non si sono infine osservati un eccesso di effetti collaterali correlabili all'uso di trombolitico, in particolare riguardo ai sanguinamenti. Lo studio è piccolo, certamente merita un approfondimento su una più ampia casistica, ma certamente è estremamente interessante.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA