CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Troponina dopo PCI

Fonte: Arch Intern Med 2012 Vol. 172 No. 6.

La definizione di infarto miocardico si basa sulla rilevazione dell'incremento della specifica frazione creatinchinasi-MB (CKMB) o valori di troponina più di 3 volte il 99° percentile del limite superiore di riferimento dopo l'intervento coronarico percutaneo, con una preferenza per l'uso di troponina. I dati sono stati raccolti per 4.930 pazienti con posizionamento di stent coronarico in elezione tra il 1 luglio 2004, ed il 30 settembre 2007; la valutazione degli stent a rilascio di farmaco ed eventi ischemici sono stati analizzati per verificare l'associazione tra mortalità ad 1 anno e la elevazione post-procedura di CKMB o di troponina. L'infarto miocardico si è verificato nel 7,2% dei pazienti considerando CKMB e nel 24,3% dei pazienti considerando troponina superiore a 3 volte il livello diagnostico. Sia CKMB (hazard ratio [HR], 1,38, 95% CI, 1,22-1,55) e la troponina (HR, 1,35, 95% CI, 1,18-1,54), come valori continui sono stati associati a mortalità ad 1 anno. L'effetto di una mortalità superiore a 3 volte aumento è stato maggiore per CKMB (HR aggiustato, 2,5, 95% CI, 1,5-4,1) che per la troponina (HR aggiustato, 1,7, 95% CI, 1,1-2,5). Una soglia di troponina più di 20 volte il livello diagnostico (7,0%) indica un rischio di mortalità (HR aggiustato, 2.6, 95% CI, 1,6-4,3) come un aumento di 3 volte in CKMB. Un modello di regressione della relazione tra troponina e mortalità ad 1 anno ha dimostrato che il rischio di mortalità è passato da 1,02 a 3 volte a 1,67 a 20 volte dei valori di troponina.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA