CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Attenzione agli antipsicotici negli anziani: aumentano il rischio di IMA

Fonte: Arch Intern Med. Published online March 26, 2012. doi:10.1001/archinternmed.2012.28.

L’uso di AP (farmaci antipsicotici) è associato ad un aumentato rischio di IMA (infarto miocardico acuto) tra i pazienti residenti in comunità di anziani trattati con inibitori della colinesterasi. Queste sono le conclusioni a cui sono giunti il dott. Antoine Pariente ed i suoi colleghi che hanno voluto valutare l'associazione tra uso AP ed il rischio di IMA in pazienti trattati con inibitori della colinesterasi, poiche gli AP sono comunemente prescritti a pazienti anziani affetti da demenza. Sono stati utilizzati i dati ottenuti dalla banca dati del Quebec. Da questa coorte di pazienti anziani in trattamento con inibitore della colinesterasi osservati tra il 1 gennaio 2000 e il 31 dicembre 2009, tutti i nuovi utilizzatori di AP sono stati confrontati con un campione casuale di controlli, ossia pazienti che non utilizzavano gli AP. Il rischio di IMA è stato valutato utilizzando modelli proporzionali di Cox, aggiustato per età, sesso, fattori di rischio cardiovascolare, l'uso di farmaci psicotropi e propensity score. Di 37.138 soggetti in terapia con inibitori della colinesterasi, 10.969 (29,5%) iniziavano la terapia con AP. Dai risultati ottenuti è emerso che entro il 1 anno di trattamento con AP l’1,3% di loro ha avuto un IMA. Gli Hazard ratio per il rischio di IMA dopo l'inizio del trattamento con AP sono stati 2,19 (95% CI, 1,11-4,32) per i primi 30 giorni, 1,62 (95% CI, 0,99-2,65) per i primi 60 giorni, 1,36 (95% CI, 0,89-2,08) per i primi 90 giorni, e 1,15 (95% CI, 0,89-1,47) per i primi 365 giorni. Possiamo quindi concludere che l’uso di AP è associato ad un aumento modesto e limitato nel tempo del rischio di IMA tra i pazienti residenti in comunità di anziani trattati con inibitori della colinesterasi.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA