CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

La CRT riduce l’incidenza di nuova FA perchè migliora la PWD

Fonte: Chinese Medical Journal, 2012, Vol. 125 No. 6:990-994.

Il miglioramento della dispersione dell'onda P dopo CRT (terapia di risincronizzazione cardiaca) è associata ad una minore incidenza di FA (fibrillazione atriale). Alla luce del fatto che la PWD (dispersione dell'onda P) è un utile predittore di FA, il dott. Ding Li-gang ed i suoi colleghi hanno voluto valutare il significato clinico del miglioramento della PWD dopo CRT. Una riduzione relativa della PWD ≥ 20% rispetto al valore basale era considerato un miglioramento significativo (PWD responder). Nello studio sono stati inclusi 81 pazienti (57 uomini e 24 donne, età 60.5 ± 11.2 anni) con l'indicazione standard alla CRT e senza storia di fibrillazione atriale e a tutti sono state effettuate misure elettrocardiografiche prima e tre mesi dopo la CRT. Nello studio era considerato come end point primario la nuova insorgenza di FA rilevata da un elettrocardiogramma (ECG) o mediante CRT. Dopo (30.6 ± 7.5) mesi di follow-up è emerso che i PWD responder (n = 43) presentavano un'incidenza significativamente inferiore di FA vs i PWD non-responder, 12% vs 29% (P<0,001). Ad un’analisi di rischio proporzionale di Cox, la riduzione significativa della PWD era l'unico predittore di un minor rischio di FA di nuova insorgenza (HR 0,33, intervallo di confidenza 95% 0,12-0,96, P=0.033).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA