CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Displasia aritmogena del ventricolo destro e tachicardie ventricolare: ruolo cruciale dell'ablazione transcatetere!!!

Fonte: Doi: 10.1161/CIRCEP.111.96867.

Gli episodi di tachicardia ventricolare (TV) nei pazienti affetti da displasia aritmogena del ventricolo destro (ARVD) sono comuni e la terapia mediante ablazione trans catetere con radiofrequenze (RFA) ha un esito significativo nella riduzione degli eventi aritmici. Queste sono le conclusioni a cui sono giunti il Dott. Philips ed i suoi colleghi dopo aver condotto questo interessante studio volto a valutare l'efficacia della RFA di TV in pazienti affetti da ARVD, con particolare attenzione alle strategie di ablazione più recenti, tra cui quella mediante catetere epicardico. Nello studio sono stati arruolati 87 pazienti (età media 38 ± 13 anni) con ARVD  che hanno subito un totale di 175 procedure RFA tra il 1992 e il 2011 in 80 diversi centri di elettrofisiologia. Nell'arco di un follow up medio di 88,3 ± 66 mesi, la quota libera da eventi di TV, su un totale di 175 procedure, è stata del 47%, 21% e 15%  rispettivamente a 1, 5 e 10 anni. In particolare, la quota libera da TV a seguito di  RFA eseguita per via epicardica è stata del 64% e del 45%  rispettivamente a 1 e 5 anni, percentuale significativamente maggiore rispetto a quella ottenuta con  RFA per via endocardica (p=0,021). La sopravvivenza libera da TV in quei pazienti in cui la procedura è stata eseguita grazie al supporto del mappaggio elettroanatomico 3D è stata significativamente maggiore rispetto a quella ottenuta con RFA eseguite senza mappaggio (p=0,016). Da analisi è, inoltre, emerso che il carico di TV è stato ridotto indipendentemente dalla strategia di ablazione (p<0,001). In conclusione, grazie a questo studio è stato confermato che gli episodi di TV nei pazienti affetti da ARVD sono comuni; si evidenzia, inoltre, che la terapia mediante ablazione trans catetere con radiofrequenze ha un esito importante e significativo nella riduzione degli eventi aritmici. Tuttavia, sebbene l'uso dei sistemi di navigazione 3D con mappaggio e le strategie di ablazione per via epicardica sono associati ad una maggiore sopravvivenza libera da TV, i tassi di ricorrenza rimangono ancora rilevanti.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA