CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

La diagnosi di diabete in età pre-pubere dà meno problemi di retinopatia...

Fonte: Diabetes Care 2012; 35(4): 829-833.

Questi autori hanno valutato gli effetti della diagnosi di diabete in età pre-pubere sulla ricorrenza di complicanze in due gruppi di pazienti dopo lo stesso numero di anni di patologia. In questo studio multicentrico sono stati arruolati 105 soggetti con età media tra 16 e 40.3 anni; 53 erano in periodo pre-puberale alla diagnosi (0-3 anni) e 52 in età puberale con un’età di 9-14.9 anni. La durata media del diabete era 19.8 e 19.5 anni rispettivamente. In tutti i pazienti sono state fatte fotografie retiniche e valutata l’escrezione urinaria di albumina (UAE), la pressione arteriosa e il valore di HbA1c. La prevalenza di retinopatia diabetica (DR) è risultata più alta nei pazienti diagnosticati in pubertà, rispetto agli altri (71 vs. 40%) P=0.002 per la RD di grado lieve e P=0.005 per la RD di grado moderato-severo. La prevalenza di anormale UAE non differiva nei due gruppi. L’ipertensione è stata diagnosticata in 3 pazienti, tutti con diagnosi alla pubertà. Nei pazienti con DR moderata-severa, i livelli di HbA1c, intesi come percentuale di valori al di sopra della norma, erano più alti (P<0.01) nei pazienti in età prepuberale rispetto a quelli diagnosticati in pubertà. Quindi, la diagnosi di diabete in età prepubere sembra essere un fattore protettivo per la RD, questa protezione scompare quando il controllo glicemico è scarso.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA