CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Aneurisma dell'aorta addominale: intervento endovascolare vs chirurgia

Fonte: JAMA 2012;307(15):1621-1628.

L'analisi retrospettiva riguardava i risultati a lungo termine, dopo l’intervento chirurgico tradizionale vs endovascolare di aneurisma dell’aorta addominale (AAA), in pazienti di 65 anni o più nel data base Medicare 2003-2007. La causa di morte è stata registrata dalla National Death Index. L'outcome primario era la mortalità per tutte le cause. Gli outcome secondari erano mortalità correlata a AAA, la degenza in ospedale, riammissione a 1 anno, la ripetizione della procedura su AAA, intervento per laparocele e amputazioni degli arti inferiori. Dei 4.529 pazienti arruolati, 703 sono stati classificati come se avessero subito l’intervento tradizionale e 3.826 come se avessero subito l’intervento endovascolare. Tempi medi e follow-up sono stati 2,6 (SD, 1.5) e 2.5 (range interquartile, 2,4) anni, rispettivamente. Nell'analisi aggiustata, i tassi per tutte le cause di mortalità (173 vs 752; 89 vs 76/1.000 persone-anno, P=0.04) e  mortalità specifica per AAA(22 vs 28; 11.3 vs 2.8/1.000 persone-anno, p<0.001) erano più alti dopo l’intervento tradizionale rispetto all’approccio endovascolare. Dopo aggiustamento per il dato di accesso in emergenza, età, anno di calendario, il sesso, razza e comorbilità, c'era un rischio maggiore di mortalità, sia per tutte le cause (hazard ratio [HR], 1,24 [95% CI, 1,05-1,47], P=0.01) e correlata a AAA (HR, 4,37 [95% CI, 2,51-7,66], p<0,001) dopo l’intervento tradizionale rispetto all'intervento endovascolare. La durata del ricovero ospedaliero è stato, in media, 6,5 giorni (95% CI, 6.0-7.0 giorno, P<0.001) in più dopo l’intervento tradizionale (in media 10,4 giorni), rispetto al trattamento endovascolare (in media, 3,6 giorni). L'incidenza di laparocele era più alta dopo l’intervento tradizionale di AAA (19 vs 23, 12 vs 3 per 1.000 persone-anno; HR aggiustato 4,45 [95% CI, 2,37-8,34, p<0,001]), mentre l'incidenza di riammissione a 1 anno (188 vs 1.070; 274 vs 376/1.000 persone-anno; HR aggiustato 0,96 [95% CI, 0,85-1,09, p=0,52]), o reintervento per AAA (15 vs 93; 9,7 vs 12.3/1.000 persone-anno; HR aggiustato 0,80 [95% CI, 0,46-1,38, p=0,42]) e amputazioni degli arti inferiori (3 vs 25; 1.9 vs 3.3/1.000 persone-anno; HR aggiustato 0,55 [IC 95% , 0,16-1,86, p=0,34]) non differivano dal tipo di intervento.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA