CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

A quale valore di glicata iniziare la prevenzione?

Fonte: Am J Prev Med 2012; 42(4): 374-381.

Le nuove linee guida sull’utilizzo del valore di emoglobina glicata (HbA1c) per la diagnosi del diabete hanno stimolato un dibattito sul valore ottimale da identificare negli interventi di prevenzione. Lo scopo di questo studio è stato determinare il rapporto costi-benefici di tale parametro. É stato esaminato il rapporto costo-efficacia per ogni riduzione di uno 0.1% per valori di HbA1c tra 6.4% e 5.5%. La popolazione di riferimento era una popolazione non diabetica ≥18 anni. Abbassare il valore di HbA1c aumenterebbe i benefici sulla salute degli interventi di prevenzione a scapito di maggiori costi. Abbassare il cut-off da 6.0% a 5.9% e da 5.9% a 5.8% risulterebbe in una spesa di $27.000 e $34.000 per QALY guadagnato. Un'ulteirore riduzione da 5.8% a 5.7%, da 5.7% a 5.6%, e da 5.6% a 5.5% costerebbe $45.000, $58.000 e $96.000 per QALY guadagnato. Quindi, abbassare il valore di HbA1c per la diagnosi di prediabete porterebbe ad anticipare le misure preventive. Il valore di 5.7% è stato individuato come quello che più rispetta il rapporto costo-beneficio.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA